Rigassificatore di Piombino, parere favorevole dalla Cisl

Cisl Toscana, insieme alle Unioni di Livorno e Grosseto danno il loro assenso alla presenza per tre anni della Golar Tundra nel porto di Piombino. Ecco le ragioni del via libera.

La Cisl Toscana, insieme alle Unioni territoriali Cisl di Livorno e Grosseto, esprime parere favorevole all’istallazione della nave FSRU Golar Tundra all’interno del porto di Piombino, alle condizioni espresse nell’Ordinanza commissariale 140 del 25/10/2022 e nella Delibera della giunta regionale toscana 1210/2022.

Il consenso alla realizzazione del rigassificatore è espresso in un dettagliato documento sottoscritto dalle tre strutture sindacali, alla luce di una serie di considerazioni e premesse.

La valutazione Cisl prende spunto e ricorda i paletti indicati unitariamente con Cgil e Uil di Livorno e Grosseto ovvero che il giudizio dovesse arrivare “sulla scorta di un’attenta analisi” “e non sulla base di pregiudizi ideologici o di informazioni approssimative”; che “l’interesse generale dovesse essere ritenuto prevalente sugli interessi particolari, ovviamente garantendo sicurezza e tutela ambientale”; “che nella valutazione non si potesse prescindere dall’emergenza nazionale” sull’energia; che “dovessero essere previste e concordate adeguate compensazioni.”

Alla luce di queste premesse, il giudizio favorevole della Cisl arriva considerando in particolare due aspetti: da un lato l’importanza, a livello nazionale, che la realizzazione dell’impianto ha per affrontare l’emergenza energetica, con tutte le sue deleterie conseguenze sulle famiglie, sulle imprese e sulla società italiana; e dall’altro le garanzie, verificate da molti e autorevoli soggetti all’interno del procedimento amministrativo di autorizzazione, per la sicurezza, la tutela ambientale e l’impatto sull’economia portuale.

 

Ecco il testo del documento condiviso da Cisl Toscana, Cisl Livorno e Cisl Grosseto:

2022 10 27 comunicato rigassificatore